14/03/18  
Incontro odierno con #AIRITALY presso il #MINISTERO dello #SVILUPPOECONOMICO

 

 
#AssistentidiVolo 
 
Si é svolto oggi al MiSe l'incontro tra OOSS e AAPP e Azienda nel quale si sarebbero dovuti apprendere i dettagli del piano industriale di Air Italy 2018/2023. 
 
Purtroppo, nonostante l'incontro si sia svolto ben 3 settimane dopo la conferenza stampa con lo stesso oggetto, nessuna dato si é aggiunto a quelli già resi noti in quell'occasione.
 
Si conferma lo sviluppo del lungo raggio dall'hub di Malpensa e l'apertura di nuove linee di lungo raggio dal 2019 anche dall'aeroporto di Fiumicino.
 
Non é dato sapere, ad oggi, quali saranno le nuove destinazioni di lungo raggio oltre a quelle già rese note (da MXP a JFK, BKK e MIA).
 
Tuttavia, dato l'incremento della flotta di lungo raggio che dovrebbe vedere per il primo biennio 5 A330 (con il fase out dei 767) e, a seguire, la sostituzione degli stessi con una flotta, a regime nel 2020, di 11 nuovi 787 dreamliner, il numero delle destinazioni di lungo raggio si dovrebbe incrementare considerevolmente già nel primo triennio del piano.
 
Mentre al corto e medio raggio saranno dedicati, a regime nel 2020, 17 nuovi 737 MAX.
 
Il numero di naviganti, secondo quanto dichiarato, dovrebbe raddoppiare dalle attuali 630 unità (Piloti e AAVV) alle 1234 del 2020. A Malpensa é quindi prevista la gran parte dello sviluppo.
 
La sede legale e amministrativa viene confermata ad Olbia e così anche la sua attuale base operativa che "sarà protetta" e crescerà in linea con la domanda di mercato.
ANPAV ha rivendicato il rispetto dell'accordo quadro del 26.6.2016, firmato anche da MiSe, MinLav e MinTrasp, che prevede la riassunzione di TUTTI i lavoratori collocati in mobilità chiedendo che la prevista prelazione di 36 mesi decorra dal closing dell'accordo con Qatar Airways e non dal 26 giugno 2016, atteso che tale ritardo non può essere posto a carico dei lavoratori licenziati, visto che é ascrivibile esclusivamente alle difficoltà della definizione della joint venture con Qatar Airways.
 
Purtroppo su questi ultimi due punti abbiamo dovuto registrare una chiusura che rispediamo al mittente.
 
Da parte nostra non  può che esserci un apprezzamento del progetto industriale anche se é necessario un immediato "accantieramento" dello stesso, impossibile se non viene subito nominato un A.D. (e un direttore del personale).
 
ANPAV ha anche rivendicato la partecipazione al bando della Continuità Territorie in fase di pubblicazione da parte della Regione Autonoma della Sardegna (l'attuale versione é stata bocciata dal Commissario Trasporti  UE) e ai bandi sulla destagionalizzazione. Il primo lo abbiamo perso anche da Olbia (é stato vinto da Vueling).
 
La consegna del primo nuovo 737 MAX (dei 20 totali nel quinquennio) é prevista gia per il prossimo mese di aprile.
 
Aspettiamo fiduciosi la realizzazione del progetto industriale e vigileremo sul rispetto degli impegni sottoscritti al MiSe anche dai Rappresentanti della Regione Sardegna.
 
Olbia/Malpensa, 14 marzo 2018
 
ANPAV - Segreteria Regionale Sardegna
 
 

 
 
chi siamo
presentazione
struttura
statuto
contatti
iscrizione
modulo di iscrizione
links
links utili
rubriche
legale
safety e security
normativa sociale
sanità
ctd
news
top news
alitalia
mistral
eurofly
meridiana
livingston
volotea
cigs
convenzioni
convenzioni
A.N.P.A.V. Associazione Nazionale Professionale Assistenti di Volo © 2007-2011 - p.iva 05161711006 webmaster [ design ] Privacy