ALITALIA SAI – Proroga CIGS NON sottoscritta da ANPAC e ANPAV

Alitalia: Convocazione Ministero del Lavoro 23/09/2019
19 Settembre 2019
ALITALIA – Attivazione Prima Fase Procedura di Raffreddamento su tematiche varie
26 Settembre 2019

ALITALIA SAI – Proroga CIGS NON sottoscritta da ANPAC e ANPAV

Egregi Colleghi,

vi inviamo, in allegato, il verbale relativo alla ulteriore proroga della CIGS per Alitalia SAI in A.S. riguardante circa 400 Naviganti (75 Comandanti e 320 Assistenti di Volo).

ANPAC e ANPAV hanno ritenuto di NON sottoscrivere l’accordo di proroga in sede ministeriale rilasciando una nota a verbale di cui potete prendere visione in allegato (ultima pagina).
Riteniamo grave ed ingiustificata la decisione di inasprire il clima delle relazioni industriali attraverso la separazione dei tavoli di negoziazione per le tematiche del Personale Navigante in un momento così delicato e decisivo per il futuro di Alitalia e del proprio Personale.

All’approssimarsi della fase decisiva per il futuro dell’azienda, sottoscrivere questi numeri non si configura come semplice sostegno ad una azienda in difficoltà, ma come certificazione di esuberi tra i naviganti; la cosa grave é farlo senza imporre una vera trattativa sugli esuberi, omettendo cioè l’uso di ogni mezzo atto a ridurre i numeri trascurando aspetti molto significativi in termini di produttività.
Non sarebbero mancati gli argomenti per farlo, é mancata la volontà.
Quando si tratta di naviganti é meglio non avere i naviganti in mezzo alle scatole imponendo ad un’Azienda inesistente una separazione di tavoli che lascia le mani libere in inutili esami “disgiunti” il cui risultato trovate in allegato.

Non esitate a contattare i vostri referenti in Associazione per qualsiasi chiarimento.

Cordiali saluti

ANPAC – ANPAV

* Dichiarazione a verbale (settima pagina documento allegato): 20190923AZANPACANPAVProrogaCIGSnoFirma

•••

‘ALITALIA SAI in a.s. non ha convocato ANPAC ed ANPAV, stipulanti il Contratto collettivo aziendale applicato a Piloti ed Assistenti di volo, per l’esame congiunto congiuntamente alle altre organizzazioni sindacali non consentendo un confronto collegiale sulle diverse tematiche del personale navigante che hanno impatto diretto sui numeri della CIGS.

Questo grave atto divisivo non ha consentito ad ANPAC ed ANPAV di analizzare e comprendere la natura dei numeri dei Comandanti e degli Assistenti di volo oggetto della procedura di CIGS, non consentendo di effettuare l’esame congiunto previsto dalla normativa.

Di questo sono state inviate formali comunicazioni nella scorsa settimana all’azienda ed alle istituzioni competenti.

ANPAC ed ANPAV hanno preso inoltre atto del rifiuto da parte di Alitalia SAI in a.s. di inserire nel testo dell’accordo di CIGS le misure cautelative richieste dalle scriventi relative alla turnazione del personale navigante per scongiurare una illegittima applicazione della CIGS, segnatamente in ordine al numero dei riposi programmati nel turno individuale mensile ed alla incompatibilità tra programmazione di giornate di CIGS e di ore di volo programmate superiori alla media prevista in quella che può essere considerata una attività “di lavoro straordinario”.

Inoltre, ALITALIA SAI in a.s., nonostante specifica richiesta, non ha fornito alcun riscontro circa la possibilità di accoglimento delle numerose domande di Part – Time giacenti per la Categoria Assistenti di Volo, senz’altro utili per ridurre l’utilizzo di ammortizzatori sociali, ovvero di risorse pubbliche.

In assenza dei chiarimenti richiesti, anche allo scopo di non avallare potenziali applicazioni illeggittime della CIGS, ANPAC ed ANPAV non sono nella condizione di sottoscrivere il presente verbale.’

ANPAC ANPAV