Anche i CIGS della Vecchia ALITALIA meritano l’interesse del MI.S.E.: l’On. Passera ci convochi

LIQUIDAZIONE TFR – Modelli Delega per ritiro Comunicazione Ex Art. 97
14 Agosto 2012
Reiterazione Richiesta di verifica ad ENAC – Manualistica BPA vs. Normativa di Riferimento
17 Agosto 2012

Anche i CIGS della Vecchia ALITALIA meritano l’interesse del MI.S.E.: l’On. Passera ci convochi

Scarica il Comunicato

 

Nota del Presidente ANPAV (Associazione Nazionale Professionale Assistenti di Volo)

La recente vicenda del Vettore Etneo Wind Jet, le pi o meno opportune affermazioni dell’Ente Nazionale Aviazione Civile e la decisione del Governo di convocare un apposito tavolo ministeriale campeggiano trasversalmente la stampa nazionale rilanciando un ciclico quanto inascoltato appello in direzione dell’avvio di una riflessione globale sul Sistema del Trasporto Aereo Nazionale, stante l’attuale situazione che vede il prima citato sistema in reale pericolo di continuit.

Anche se, talvolta, i mittenti ed i destinatari dei gridi di dolore sembrano curiosamente coincidere, auspichiamo che nella vicenda Wind Jet prevalga il buon senso e non prendano corpo soluzioni che, sebbene di “pronta presa”, minino ancor di pi il sottile equilibrio in essere.

Al contempo, nell’apprezzare un rinnovato interesse del MI.S.E. alle materie di propria peculiare competenza, non rimandabile un deciso intervento dello stesso Ente a chiarimento complessivo dell’Accordo Quadro, siglato nell’ottobre del 2008, che ha garantito l’avvio della Nuova Alitalia.

E’ giusto ricordare che l’ “Operazione Salva-Alitalia” ha lasciato alla deriva quasi 4500 cassaintegrati: rappresentano il pi grosso contingente di lavoratori in mobilit da ristrutturazione in Italia.

Un chiarimento di competenza e di responsabilit ascrivibile al Governo a prescindere dalla “formazione del momento”, affinch tutte le voci abbiano pari dignit d’ascolto: il senso, il valore e la validit degli Accordi in essere, in presenza di numerose zone d’ombra mai chiarite, sono messi seriamente a rischio.



Roma, 15 agosto 2012



Il Presidente ANPAV