apertura SASN Malpensa: risposta del Ministero

Detassazione – circolare Agenzia Entrate su modalità rimborso
28 Settembre 2010
ALPI EAGLES: lettera al Commissario
6 Ottobre 2010

apertura SASN Malpensa: risposta del Ministero

Di seguito, risposta del Ministero della Salute – Dipartimento dell’Innovazione – in merito alla problematica APERTURA POLIAMBULATORIO SASN MALPENSA sollevata e ripetutamente sollecitata dalla Scrivente.
 
Rimaniamo a disposizione per informazioni.
 
Roma, 4 ottobre 2010
 
ANPAV
 
_______
 
Da:     Ministero della Salute
Dipartimento dell’innovazione
Direzione generale dei personale, organizzazione e bilancio –
Ufficio VII – Gestione patrimonio
 
A:      ANPAV – Associazione Nazionale Professionale Assistenti di Volo –
Via Marco Marulo, 78
00143 ROMA
 
Oggetto: richiesta di intervento.
 
Si fa riferimento all’istanza formulata da codesta Associazione con lettera del 9 settembre u.s., di pari oggetto, tramite la quale si è caldeggiata l’adozione di un sollecito intervento a fronte della improcrastinabile esigenza di realizzazione della struttura di nuova istituzione relativa al  poliambulatorio SASN di Milano Malpensa, facendo seguito alle ripetute sollecitazioni in tal senso avanzate in passato.
 
Al riguardo, nell’ambito e per la parte di rispettiva diretta competenza dell’attività gestionale mirata al soddisfacimento del fabbisogno allocativo a tali scopi manifestato, lo scrivente reputa di dover rendere noto quanto segue.
 
L’iter procedimentale  volto all’ instaurazione del legittimo rapporto giuridico-patrimoniale connesso all’utilizzo degli spazi aeroportuali messi a disposizione per l’anzidetta finalità d’uso dalla Società di gestione SEA s.p.a. ed alla stipula del relativo contratto, è stato regolarmente attivati fin dall’anno (2006) in cui è stata individuata la soluzione allocativa proposta dal citato Ente gestore aeroportuale, e ad oggi – nonostante il lungo lasso di tempo trascorso ~ risulta tuttora sospeso alla fase di acquisizione del vincolante Nulla Osta alla spesa all’uopo  previsto dalla legge.
 
Difatti, pur essendo stati regolarmente assolti, nelle consecutive fasi dell’intero processo a ciò finalizzato, i peculiari adempimenti posti dalla norma a carico di questa P.A. interessata tesi alla definizione del complesso iter – nel rispetto delle vigenti norme di legge in materia e della disciplina pubblicistica regolamentate l’acquisizione in locazione passiva di immobili da destinare ad uso governativo delle Amministrazioni statali -,  è rimasti in attesa di ottenere il rilascio da parte della Filiale Lombardia dell’Agenzia del demanio competente per territorio – direttamente coinvolta nel processo sopra richiamato – del sopraindicato N.O. Indispensabile ai fini di che trattasi, quale atto presupposto per poter legittimamente addivenire alla stipula dell’ atto contrattuale ed alla emissione dei provvedimento di approvazione dei contratto medesimo.
 
 
Per quanto sopra esposto, nel prendere atto delle rivendicazioni espresse con la lettera in riferimento rispetto all’impegno istituzionale a suo tempo assunto con le categorie di utenza contro interessate, si fa evidenziare che nella messa in atto dei provvedimenti di competenza mai è stato trascurato il carattere di particolare urgenza che riveste la questione in tema e che continuerà ad assicurarsi anche per il futura, ogni utile e consentito interessamento da parte di  questa Amministrazione per una spedita conclusione dell’intera vicenda.