BASI MILANO: il punto di vista di chi le vive!

‘NICE TO KNOW’ – Governo: Firmato DPCM su APE volontaria
5 Settembre 2017
Lettera unitaria a Ministero del Lavoro su Esonero dal Lavoro Notturno per il Personale Navigante.
13 Settembre 2017

BASI MILANO: il punto di vista di chi le vive!

 

Scarica il volantino

E’ di qualche ora fa la comunicazione aziendale che apre all’RT in base.

 

L’analisi e la prima risoluzione di una problematica ‘locale’, seppur in considerevole ritardo ed ancora in ‘modalità parziale’, stimola una riflessione sempre attuale ma ciclicamente rinviata, quella circa la necessità di trattare le problematiche della Base, sicuramente vincolate a posizionamenti industriali di più ampio respiro,  organicamente ed esclusivamente ‘dal punto di vista di chi le vive!’

 

Riteniamo sia necessario un ‘cambio di passo’, in chiave inclusiva e coinvolgente, sulla trattazione delle tematiche del ‘mondo milanese’ per dare la giusta valorizzazione a tutti quei temi che possono risultare  ‘un po’ distanti’.

 

Partendo da una tematica che potrebbe sembrare secondaria ma dà l’esatta misura del ‘percepito’ del Navigante: il  CBC di Linate, ad esempio, é dotato di servizi igienici assolutamente impraticabili. Per poter usufruire di una toilette decorosa, bisogna raggiungere l’aerostazione!

 

QUALITÀ’ TURNAZIONE: Pur nella consapevolezza che le logiche di costruzione degli avvicendamenti possano risentire di ‘enne’ fattori, é palese una più o meno ricorrente rigidità degli stessi. 

 

Attivare un ‘focus’ dedicato alla materia non é più rinviabile in quanto tale rigidità (a solo titolo esemplificativo a LIN é presente 30% in più di avvicendamenti di 5 giorni rispetto a Roma), in scala,  assorbe totalmente la possibilità di poter indicare una ‘preferenza di turnazione’.

 

Riteniamo ci sia un ‘pacchetto’ di soluzioni tese a migliorare la ‘qualità della vita’ degli AA/VV assolutamente alla portata e senza aggravio di costi per la Società. 

 

ORGANICI E CONCESSIONE PART- TIME:  Il superamento della base unica (LIN – MXP) ha convito solo parzialmente i dipendenti e i ritardi circa la definizione del network 2018 continuano a generare un’ ‘empasse’ oramai cronica. 

 

La popolazione milanese é sospesa fra il destino futuro della base Malpensa dove una prima riduzione degli organici, seppur su base volontaria, serve solo a rinviare il problema ed il ‘focus – business’ di Linate, che sconta una cronica assenza di qualifiche e costringe, inoltre, personale da anni titolare di richiesta di trasferimento a rimanere in base contro la propria volontà (pur effettuando un volato medio sicuramente trascurabile per la tenuta complessiva della base).

 

Le incertezze vanno elaborate, pianificando un’idea di futuro che consideri che le Basi Milano sono fatte di persone: non sarà di certo un attività temporanea dal vicino aeroporto di TRN a risolvere tutte le criticità presenti! 

 

Nè l’assoluta chiusura al Part – Time, che potrebbe sicuramente favorire una ricollocazione di quanti, ora di base a MXP, considerano la possibilità di rinfoltire la base LIN solo nel caso in cui sia possibile conciliare lo spostamento con le proprie necessità, attraverso, magari, la riduzione del proprio orario di lavoro.

 

Per innescare un circolo virtuoso (concessione PT anche per gli AAVV di Linate, non presi in considerazione da anni!) che non va visto come utopia: la ‘ politica del fare’  deve portare oltre la logica delle basi considerate ‘periferiche’.

 

Se l’impostazione strutturale é da considerarsi ‘prioritaria’, il ‘clima’ di cui si parla tanto va recuperato anche superando quelle storture che risultano difficilmente giustificabili in termini di convenienza. Parliamo delle VISITE MEDICHE: il test tossicologico, ad oggi, viene effettuato presso il laboratorio di Medicina Alitalia a FCO dopo, MAGARI, aver operato 4 tratte in servizi per rientrare a LIN con MUST – GO ( raggiungendo l’Apt. con la navetta aeroportuale riservata ai passeggeri…).

 

Un’ampia ampia e strutturale fetta di Assistenti di Volo é stanca di vedere le loro problematiche nel ‘secondo cassetto’: 

LE AFFRONTEREMO CON DECISIONE, GIUSTIFICANDO CON DOVIZIA DI PARTICOLARI

 LE NOSTRE PROPOSTE ALTERNATIVE.

Segnalaci le tue impressioni e suggerimenti alla mail info@anpav.com .

 

Milano, 12 settembre 2017                                           RRSSAA ANPAV  Gruppo ALITALIA Base Milano