CAUSA MATERNITÀ – Anche Il Tribunale di Civitavecchia conferma il comportamento discriminatorio di INPS ai danni delle ‘hostess’

AIRITALY METTE GLI AEREI A TERRA – Comunicato stampa
11 Febbraio 2020

CAUSA MATERNITÀ – Anche Il Tribunale di Civitavecchia conferma il comportamento discriminatorio di INPS ai danni delle ‘hostess’

ADERISCI ANCHE TU ALLA VERTENZA SE HAI FIGLI DI ETÀ INFERIORE A 10 ANNI :
PER LE ASSOCIATE LA VERTENZA COSTA 50 EURO.
NON SONO PREVISTI ‘COSTI PERCENTUALI ULTERIORI’ IN CASO DI VITTORIA

Il Tribunale di Civitavecchia (RM) oggi, 14 febbraio, ha riconosciuto il comportamento discriminatorio di INPS ai danni della lavoratrice madre che ha percepito, in occasione di due distinti periodi di maternità, importi significativamente più bassi rispetto a quelli dovuti.
ANPAV – Associazione Nazionale Professionale Assistenti di Volo – supportata dallo Studio Legale Martucci & Associati, nella persona dell’Avv. Andrea Mario Martucci, ha visto premiata la prolungata ed approfondita analisi della materia “indennità di maternità” ottenendo il risultato atteso.
Questa vittoria si aggiunge a quelli di Ferrara (vinto anche il ricorso successivo al reclamo INPS) e Como. La sentenza di Civitavecchia è importante perché riguarda una sede giudiziaria sulla quale insiste il maggior numero di ricorsi (tante sono le mamme ALITALIA interessate).
La specifica impostazione del ricorso che ha consentito, alle circa 80 associate ANPAV che hanno partecipato alla prima tornata di ricorsi, di estendere la legittima rivendicazione ad un periodo pregresso di 10 anni (rispetto alla canonica prescrizione annuale osservata in ricorsi di analoga tipologia ma impostati secondo principi diversi) continua a registrare vittorie restituendo parità e dignità alle “mamme hostess”che quotidianamente affrontano una già difficile gestione dei neonati.
La peculiarità lavorativa non sarà più appesantita da inspiegabili penalizzazioni economiche

PER INFO:
LOREDANA NOCITO 347 8165587

ANPAVMaternitàVittoriaDiscriminazione2last.pdf