Comunicato alla Categoria NIENTE AVVENTURISMI MA SOLUZIONE DEI PROBLEMI

Dichiarazione dei Redditi 2009 CAF per 730-2009
15 Aprile 2009
Pagamento FONDO DI SOSTEGNO “Gruppo AZ” Feb. ’09
23 Aprile 2009

Comunicato alla Categoria NIENTE AVVENTURISMI MA SOLUZIONE DEI PROBLEMI

Le laceranti vicende che hanno caratterizzato negli ultimi tempi gli assistenti di volo Meridiana necessitano di una riflessione matura e pacata, ristabilendo un quadro realistico di quanto avvenuto e di ciò che sta venendo avanti.
 
Come è noto ANPAV e UIL hanno stipulato l’intesa del 3 aprile, pur condizionandone l’operatività ad una verifica congiunta, dopo la chiara percezione che la situazione stava precipitando, rischiando di compromettere il futuro della compagnia con una immediata, pesante ripercussione occupazionale.
 
Questa scelta, pur se ampiamente socializzata e discussa con i lavoratori, ha visto l’opposizione di una parte di colleghi, i quali hanno deciso di percorrere una strada singolare: farsi rappresentare da un avvocato fino a costituirsi in movimento per poi approdare a forme ambigue di affiliazione sindacale con una sigla notoriamente conosciuta per i suoi “niet” a tutto e a tutti.
 
Siamo coscienti della difficoltà dei colleghi a recepire un nuovo scenario, più critico e complesso rispetto alle certezze del passato, e l’adattamento a cambiamenti che sono perlopiù dettati dalla critica situazione internazionale e di debolezza strutturale del trasporto aereo italiano. Ma non capiamo, se non per miopia o mancanza di visione dei problemi, come si possa dare credito a “guru, santoni e pifferai”, che oggi promettono soluzioni miracolistiche, rischiando di portare tutti verso un avventurismo pericoloso.
 
L’affiliazione a sigle estremiste, incapaci in questi anni di risolvere il pur minimo problema categoriale, in tutte le aziende dove sono stati presenti, è sicuramente una scelta avventata, che rischia di marginalizzare ancora di più la categoria, mettendola fuori dai tavoli negoziali, indebolendo anche chi, come noi, sarà chiamato in questi giorni a trattare la delicata fase della stesura contrattuale.
 
Continuiamo ad essere convinti, come Associazione Professionale tesa solo a tutelare gli interessi degli AA/VV, che l’accordo stipulato il 3 aprile rappresenti comunque la soluzione più accettabile. E possiamo ancora sostenere, senza ombra di smentita, che il contratto Meridiana rappresenti ancora oggi, nonostante tutto, il più dignitoso del trasporto aereo italiano.
 
Ciò nonostante non è nostra intenzione “abbassare la guardia”, perché nella fase di stesura contrattuale bisognerà lavorare con incisività per diradare le zone d’ombra e definire al meglio tutti gli aspetti normativi e retributivi, compresi quei temi cari a molti, quali per esempio la precarietà, soprattutto quella dei colleghi che hanno avuto decine di mesi di contratti a termine. Questo aspetto lo si potrà affrontare e risolvere solo in una azienda viva e protesa allo sviluppo: la stessa legge che li avrebbe dovuti tutelare gli si era ritorta contro ponendoli fuori dall’azienda, mentre oggi, con l’intesa del 3 Aprile e la conseguente garanzia di continuità aziendale, li si recupera a pieno titolo e gli si offre una prospettiva.
 
Certezze e garanzie possono derivare solo da un lavoro sindacale concreto e sostenuto dalla categoria, e non certo da vertenze a colpi di fax da uno studio legale o dagli “sbandieratori” di qualche sindacato estremista e marginale.
Forse qualcuno di questi auspicava, e ancora auspica, il dramma e il caos, sulla pelle di centinaia di lavoratori. Oggi, delusi, cercano di riguadagnare spazio attraverso la spaccatura della categoria.
 
Confidiamo che il buon senso e l’intelligenza della categoria sappiano respingere le strumentalizzazioni, dando sostegno a chi, pur in un contesto difficile, ha preservato posti di lavoro e prospettive professionali per la nostra categoria.
 
I problemi da affrontare sono ancora tanti, e dovremo concentrarci, tutti insieme, per affrontarli al meglio, evitando di perdere tempo nelle polemiche, correndo magari dietro a cantastorie o paladini della rivoluzione totale.
 
 
Olbia,21 aprile 2009
 
Coordinatore Nazionale ANPAV
 
Fabrizio CONTINO