Comunicato Stampa ANPAV – AVIA “Spingere tutti insieme per la ripresa del negoziato con Air France”

Comunicato stampa L’ANPAV prende le distanze
6 Aprile 2008
Incidente Tuninter ANPAV SEMPRE IN PRIMA LINEA SUL TEMA DELLA SICUREZZA
10 Aprile 2008

Comunicato Stampa ANPAV – AVIA “Spingere tutti insieme per la ripresa del negoziato con Air France”

ANPAV  e AVIA, in rappresentanza della maggioranza degli Assistenti di Volo, ribadiscono che la drammatica situazione alla quale è giunta la vertenza Alitalia, richiede da parte di tutti i protagonisti della vicenda una presa di responsabilità adeguata alla situazione.

 

Comprendiamo i risvolti e la molteplicità degli interessi coinvolti, e riteniamo che il mantenimento di posizioni unitarie rappresenti ancora oggi un valore aggiunto nella vertenza. Ma  il permanere di posizioni intransigenti rischia di aprire scenari drammatici per tutti i lavoratori Alitalia.

 

La nostra posizione è chiara: gli esuberi degli Assistenti di Volo vanno considerati in proporzione alla riduzione di attività e di operativo, e vanno trattati con strumenti di ammortizzazione sociale tutelanti e adeguatamente definiti.

 

Ad oggi purtroppo tale garanzia, in mancanza di un’intesa,  non è ancora acquisita, ma nel momento in cui lo sarà, tale prospettiva consentirà di offrire le dovute garanzie a tutti gli altri assistenti di volo, con un effetto virtuoso anche sulla stabilizzazione di numerosi precari.

 

Senza un accordo con l’unico interlocutore esistente, qualsiasi prospettiva ipotizzabile a tutela di tutti i dipendenti Alitalia cadrebbe miseramente, aprendo una fase di drammatizzazione senza precedenti.

 

Nessuno può responsabilmente portare avanti questioni di principio, e nessuna categoria può pensare di scaricare solo su altre il peso di un processo inevitabile di privatizzazione.

 

Iniziative spontanee di lavoratori a sostegno della ripresa del negoziato devono far riflettere tutti noi, perché sono un segnale di cui tenere necessariamente conto.

 

Noi siamo pronti a fare la nostra parte, non solo nell’interesse della categoria che rappresentiamo, ma ci aspettiamo che finiscano subito gli squallidi sciacallaggi politici sul dramma vissuto da migliaia di lavoratori, e che si assumano immediatamente comportamenti concreti e realistici da parte di tutte le componenti sindacali, per rimettere in moto il negoziato con il vettore francese, e ridare un futuro ai dipendenti del Gruppo Alitalia.

 

Alitalia è ancora viva. Difendiamone il futuro.

 

 

 

Roma, 7 aprile 2008                                                         

 

                                  

 

PRESIDENZE

 

Massimo Muccioli – ANPAV

 

Antonio   Divietri    AVIA