Alitalia – “Emergenza Coronavirus”: Incontro con GRUPPO ALITALIA SAI – CITYLINER in AS del 10.03.2020

Emergenza Coronavirus – Anpav: obbligatorie mascherine per Piloti e Assistenti di Volo
10 Marzo 2020
Alitalia – Richiesta di incontro “DPC 11 marzo 2020 – Art. 1, punto 7, comma d”
12 Marzo 2020

Alitalia – “Emergenza Coronavirus”: Incontro con GRUPPO ALITALIA SAI – CITYLINER in AS del 10.03.2020

Si è tenuta oggi una riunione in azienda per affrontare una serie di tematiche, per lo più urgenti, conseguenti all’attuale situazione che si sta affrontando.
Alitalia ha aperto subito l’incontro anticipando l’intenzione di incrementare il nu- mero della attuale CIGS (prevista fino al 23 marzo: quindi, per 13 giorni) ed esten- derla anche a categorie che non ne erano interessate, come indicato a seguire:
PNT:
• + 10 CPT FTE • 10 FF/OO FTE (allo stato non prevista) PNC:
• + 30 AA/VV
La Compagnia ha ricondotto la richiesta di incremento all’emergenza Coronavirus: abbiamo sottolineato che, tecnicamente, la ‘causale’ dell’attuale CIGS è diversa, pertanto, rimaniamo in attesa della comunicazione dettagliata.
L’Azienda ha chiarito che la misura non interessa ALITALIA CITYLINER.
Rimane comunque in piedi la richiesta CIGS per circa 4000 unità per il periodo fino al 31 ottobre 2020 (previsto un incontro in materia il prossimo 17 marzo).
Anche tale richiesta non interessa ALITALIA CITYLINER.
Dopodiché, è stata rappresentata la grave situazione generale, le centinaia di can- cellazioni di voli e l’enorme difficoltà di gestione delle risorse. Inoltre, è stata di- chiarata un’alta percentuale di assenteismo di personale dovuto alle molteplici ra- gioni dovute alla situazione contingente.
Al termine dell’analisi e discussione fatta sui vari temi, ANPAC, ANPAV e ANP han- no evidenziato una serie di criticità che, a loro avviso, potevano essere già risolte nonostante il momento, prima fra tutte una adeguata e tempestiva comunicazione al PN che finora è mancata.

Andiamo a dettagliarle di seguito, senza ordine di priorità:
1. Gestione riserve, riserve al campo, ferie e variazioni turno: abbiamo reitera- to la richiesta di gestire, con criteri chiari e condivisi, l’assegnazione di even- tuali giornate di RESERVE (codice RES). L’azienda ha dato conferma di apertura in tal senso senza però specificare i dettagli necessari. Inoltre , è stato ribadito che l’assegnazione di giornate di ferie in operativo se richieste, va concordata col Navigante. Rimane fumosa l’assegnazione di giornate di congedo/per- messo retribuito come previsto nelle disposizioni governative e per ‘compro- vato motivo’. Sulla riserva in campo l’azienda comunica la riduzione delle per- sone interessate di 1/3 e il rispetto delle distanze fra le postazioni in sala riser- ve. Infine, sono state eliminate le sovrapposizioni di fascia oraria di riserva.
2. Programma di sanificazione degli aeromobili di tutta la flotta: abbiamo ri- chiesto un sistema di report dell’effettuazione su ATL affinché si abbia un re- cord degli intervalli. Al momento tutta la flotta dovrebbe aver effettuato alme- no un ciclo di sanificazione, ma non lo riteniamo sufficiente. È stato sottolinea- to che non vengono effettuate , sulle direttrici di medio raggio, le pulizie di bordo ogni tratta e che non vengono lavate le superfici (es. tavolini, cappellie- re). Inoltre, che nei bagni è assente il sapone disinfettante.
3. Abbiamo espressamente richiesto una attenta gestione dei must-go relativa- mente all’assegnazione dei posti a bordo, affinché avvenga alle previste di- stanze dagli altri passeggeri, anche prevedendo di delimitare una zona di posti specifica.
4. Stessa attenzione è stata richiesta sulle navette intercampo e dal parcheggio al CBC: abbiamo richiesto di dare precise indicazioni per l’utilizzo di bus inter- campo grandi e l’aumento della navette affinché sia limitato il numero di Col- leghi su ogni corsa.
5. Abbiamo inoltre chiesto se l’azienda stia valutando di richiedere interventi da parte dell’Enac su scadenze check al simulatore, aule RT e visite mediche per avere in modo preventivo una flessibilità per l’impiego del PN ed evitare la scadenze delle licenze/idoneità dei Colleghi, data anche la chiusura di alcuni IML / SASN.
6. Difficoltà distribuzione di mascherine / prodotti disinfettanti al CBC negli orari serali: abbiamo chiesto l’immediata risoluzione del problema di mancanza di personale, vista l’assenza già dal tardo pomeriggio.

7. Abbiamo richiesto di verificare gli spazi / distanze minime al CBC, monitoran- do la capienza massima secondo le ordinanze ministeriali, considerando la possibilità di non utilizzare le salette piccole per i briefing pre volo.
8. È stato richiesto di affrontare e risolvere la grande difficoltà che gli equipaggi stanno incontrando fuori sede in Italia causa chiusura ristoranti dopo le 18.00 e impossibilità di aver un pasto in alcuni hotel.
9. È stato richiesto di dotare comunque il PN di mascherine (sono reperibili- protezioni dall’efficacia più ‘bassa’ ma comunque utili a ridurre il rischio) con immediatezza, in attesa di un approvvigionamento dei DPI previsti che allo stato non riesce ad essere finalizzato in quanto il PN non è considerato alla pari rispetto ad altre categorie di personale (medico – sanitario)
10. È stata richiesta una rivisitazione dei servizi di bordo erogati alla clientela tesa a proteggere il PNC, limitando le occasioni di contatto con il passegge- ro, come già in vigore presso gli atri operatori. Nello specifico, la sospensione del servizio bevande sui voli nazionali / corto raggio, lo snellimento dei servizi sui voli di lungo raggio. Sempre per ridurre i contatti, è stato richiesto di rive- dere le posizioni del PNC all’imbarco dei voli di MR.
11. Abbiamo poi richiesto il posizionamento aziendale rispetto alla eventuale ma- nifesta volontà del singolo PN di rispettare integralmente i contenuti del- l’ordinanza DPCM 09.3.2020, stante l’oggettiva impossibilità ad osservare alcuni dei passaggi qualificanti . Ulteriormente, di esonerare dal servizio i di- pendenti immunodepressi a seguito di terapie mediche (che ne facciano richiesta , dietro presentazione di relativa certificazione medica).
12. Infine è stato chiesta al Direttore Operazioni Volo di garantire, nonostante il comprensibile difficile momento, la massima disponibilità e flessibilità nei con- fronti dei Colleghi che manifestassero problematiche particolari dovute all’e- mergenza che stiamo vivendo
Rimaniamo in attesa di riscontri rilevanti che riteniamo debbano arrivare a strettis- simo giro. Sarà nostra cura tenervi aggiornati.
ANPAC – ANPAV – ANP

20200310AZSAICYLFNTAResocontoIncontroCoronaCrisi.pdf