Lettera del Presidente al Ministro Sacconi

Pagamento CIGS “Gruppo AZ” nov. ’08
11 Febbraio 2009
Comunicato stampa
14 Febbraio 2009

Lettera del Presidente al Ministro Sacconi

A:        Ministro del Lavoro della Salute
e delle Politiche Sociali
Sen. Maurizio Sacconi                                                      
 
e. p.c, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio
Dott. Gianni Letta
 
 
Roma, 12 febbraio 2009                          
 
 
 
 
Egr. Sig Ministro,
 
                   La presente per informaLa che ad oggi, 12 febbraio, gli Assistenti di Volo Alitalia, al pari di altri lavoratori della stessa azienda, sono ancora privi dell’indennità di Cassa Integrazione e relative integrazioni.
 
                   In qualità di firmatari degli accordi relativi agli strumenti di ammortizzazione sociale, nonché delle altre intese che hanno consentito la nascita della nuova realtà industriale Alitalia, mi rivolgo a Lei in quanto artefice e garante del rispetto delle intese sottoscritte.
 
                   La situazione che vede migliaia di famiglie senza fonti di sostentamento economico da troppo tempo, è in forte contraddizione con lo spirito di accordi che prevedevano, oltre alla garanzia della massima occupazione, anche un celere varo delle misure di ammortizzazione sociale, in modo da rendere il meno traumatico possibile la condizione di inoccupazione, temporanea o definitiva che fosse.
 
                   Attualmente non è dato capire e individuare  le reali responsabilità del ritardo  nell’erogazione di questi sussidi, e come capirà poco può interessare a chi aspetta da mesi un sostegno economico per la propria famiglia.
 
                   Sono certo che un Suo autorevole intervento in merito, nei confronti degli enti preposti o del commissario straordinario Alitalia possa agevolare l’esercizio e il godimento di un diritto primario,  che è quello di garantire un reddito  sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia una condizione di vita dignitosa.
 
 
Distinti Saluti                                                         
 
IL PRESIDENTE
Massimo Muccioli