RIUNIONE AZ-SINDACATI SU ASPETTI INDUSTRIALI

Rinnovo Polizza Sanitaria (EX “CLINICA AMICA”) – Anno 2010
8 Gennaio 2010
Sciopero Livingston 5 febbraio 2010
13 Gennaio 2010

RIUNIONE AZ-SINDACATI SU ASPETTI INDUSTRIALI

RIUNIONE DELL’11 GENNAIO SU ASPETTI INDUSTRIALI GRUPPO ALITALIA-CAI
 
Il giorno 11 gennaio si è tenuto il previsto incontro tra OO.SS e AA/PP relativamente alle tematiche inerenti gli aspetti industriali e l’evoluzione degli assetti operativi aziendali.
 
Il primo aspetto evidenziato riguarda la difficile situazione attraversata dal trasporto aereo mondiale nel 2009, diretta conseguenza degli effetti della situazione economica recessiva, che si faranno sentire anche nell’anno in corso.
Nel 2010 è prevista una graduale e lenta ripresa, più accentuata nelle aree del sud est asiatico e degli Stati Uniti. Tutto ciò ha notevolmente rallentato gli ordinativi di aeromobili, che sono slittati ai prossimi tre anni.
 
Per ciò che attiene al traffico, AF/KLM hanno dichiarato nell’anno passato una flessione del 5% circa, con un incremento solo nell’area del Middle East.
A tal proposito la IATA, secondo stime probabilmente ottimistiche, prevede comunque nel quadriennio 2010/2013 una considerevole crescita dei volumi di traffico.
 
Per Alitalia le priorità sono pertanto quelle di adeguare l’assetto strategico, operativo e commerciale, alle evoluzioni del mercato e della domanda. Ed essenziale resta quella del contrasto alle compagnie low-cost .
 
Attualmente la quota di mercato del gruppo AZ/CAI sul domestico è del 50% rispetto al 44% delle low cost. Del 22/25% sui voli europei rispetto al 46/48% delle low cost.
Il Load Factor Az/CAI nel 2009 è progressivamente cresciuto, per attestarsi a fine anno ad una percentuale del 69%.
 
Nonostante l’adozione di misure di contenimento adottate da tutti i principali vettori a seguito della contrazione del mercato, e proprio a seguito di tutto ciò, Alitalia/CAI ha deciso di seguire essenzialmente alcuni obiettivi prioritari quali:
 
               adeguamento dello flotta in base alle esigenze del mercato;
               deciso miglioramento del servizio offerto al passeggero, sia a terra che in volo
               implementazione degli accordi internazionali e sviluppo dell’accordo con AF/KLM
               difesa del mercato domestico con strategie di contrasto alle low cost.
Per ciò che attiene la flotta l’azienda comunica che nel 2010 entreranno ulteriori 10 A320, 2 A330 nell’estate 2010, 4 nel 2011 e altri 4 nel 2012, con la dismissione degli attuali 2 in flotta in quanto obsoleti. I 777 resteranno quelli attualmente in flotta fino a conclusione Piano, mentre per i 767 è prevista una progressiva dismissione. Gli MD80 saranno definitivamente dismessi entro il 2012, mentre i B737 usciranno definitivamente dalla flotta entro ottobre 2010.
 
Discorso diverso merita il settore Regional, sul quale Alitalia prevede l’utilizzo monomacchina, con l’individuazione di un aereo ancora da stabilire. Per questo settore l’azienda prevede di segmentare l’operativo tra un traffico business e uno di secondo livello (cityliner).
 
Per i servizi offerti Alitalia prevede una sempre maggior attenzione al passeggero, anche attraverso servizi mirati, quali il prelievo a casa e in aeroporto, e facilitazioni di imbarco. Specie per la clientela business.
 
Dal punto di vista logistico la compagnia conferma l’assetto multibase, Milano, Torino, Catania, Venezia, Napoli.
 
Relativamente a Milano Malpensa Alitalia comunica che, al fine di contrastare la penetrazione delle compagnie low cost, da aprile 2010 saranno posizionati 5 A320, incrementati di altri tre aeromobili entro il 2012, con logo e COA Airone.
Questi aeromobili avranno una configurazione ad alta densità (180 posti). Nella fase di start up il personale sarà costituito da 28 Cpt, 26 F/O 27 Avr e 80 A/V. Probabile impiego di personale anche per volontarietà e con formula del distacco, con contratto AZ/CAI.
Le caratteristiche di questo settore saranno quello di una low fare. 
 
Il Progetto Mxp parte quindi con l’orario estivo(28/03/2010). Nel periodo invernale svolgerà attività low cost e fideraggio per l/r oltre che a qualche collegamento come Cai e Tun.
La giornata tipo del vettore sarà nel periodo winter dalle 7 alle 22, nella summer dalle 5 alle 01/02 di notte, ciò perché l’attività si comporrà anche di charter (tipo isole greche e spagnole).
 
Nel mese di gennaio sono stati calendarizzati una serie di incontri (19/21/26) che dovranno far chiarezza su alcuni aspetti del nuovo progetto e sui riflessi che questo nuovo assetto organizzativo potrà avere sul personale di cabina.
 
Il giorno 18 gennaio si terrà invece l’incontro programmato a seguito della riunione del 7 gennaio, su specifiche tematiche e problematiche riguardanti gli assistenti di volo : ferie, trasferimenti, problematiche basi, ecc.
 
Vi informeremo puntualmente sull’esito delle riunioni programmate.
 
Roma, 12 gennaio 2009                                                    
 
RSA ANPAV ALITALIA