Voli per la Turchia: un’incomprensibile scelta

Differimento Sciopero BPA
14 Settembre 2012
AIR ALPS – Verbale di Incontro
17 Settembre 2012

Voli per la Turchia: un’incomprensibile scelta

 Nella giornata di oggi molti colleghi ci hanno informato che dagli equipaggi delle rotazioni per la Turchia sono scomparsi gli AAVV e pertanto i primi avvicendamenti partiranno solo con i piloti ed un responsabile che svolgerà il compito di supervisore. L’Azienda si è giustificata sostenendo che i committenti hanno preteso il rispetto degli accordi che prevedono l’impiego degli equipaggi turchi al posto del personale Meridiana Fly. A questo punto potremmo dire che siamo alle solite: l’Azienda non coinvolge il sindacato nella ratifica degli accordi e poi non rispetta neanche i lavoratori che questo mese si erano trovati le rotazioni programmate. La situazione oltre a generare un evidente danno economico alla categoria è in contrasto con i criteri di buon senso secondo cui converrebbe approfittare di questi accordi per impiegare più dipendenti possibile visto che nonostante il regime di Cassa Integrazione in atto siamo ancora in evidente esubero.

A questo punto ANPAV ha intenzione di denunciare la situazione ad INPS chiedendo di verificare se i numeri della CIGS sono compatibili con le misure messe in atto dalla dirigenza che scarica sulle casse dello Stato la responsabilità sul futuro dei lavoratori, cedendo attività ad altre aziende del Gruppo e stipulando accordi che non fanno altro che generare esuberi. Altra questione sarà la richiesta ad ENAC di verificare la regolarità delle operazioni perchè siamo stanchi di subire deroghe alla normativa senza conoscerne il merito.

Il prossimo 27 settembre torneremo a confrontarci con l’Azienda e sarà l’occasione per esprimere tutto il nostro disappunto per la situazione che ancora una volta ha generato incurante del futuro dei lavoratori a cui spesso chiede collaborazione e flessibilità ma che poi non ripaga con considerazione e rispetto.

A tal proposito ci fa sorridere amaramente che un sindacato non firmatario dell’accordo del 18 novembre e quindi NON PRESENTE ad alcun tavolo, riporti parole e fatti mai avvenuti puntando ancora una volta il dito contro chi ha scelto di gestire la situazione anche nelle difficoltà senza nascondersi ma criticando da lontano ogni iniziativa invece di cercare di collaborare nell’interesse della categoria.

Quali risultati sono riusciti ad ottenere fino ad ora, visto che le diffide in cui hanno fatto esporre direttamente i lavoratori non hanno portato a nulla?

Sono riusciti forse ad impugnare l’accordo del 18 novembre 2011 per farsi restituire l’8% come promesso in più riprese?

O forse sono riusciti a bloccare la compagnia con le ripetute azioni di sciopero ?

Crediamo che anche la ricerca disperata delle elezioni dell’RSU (rappresentanze sindacali unitarie) "strumento di democrazia", rappresenti un goffo tentativo di rientrare al tavolo delle trattative poichè qualcuno si è reso conto che avere molti iscritti non serve a nulla se poi non si ha interlocuzione per cercare di risolvere i problemi veramente.

In conclusione i sacrifici che in questo lungo anno siamo stati costretti ad accettare hanno portato un’inversione della tendenza a perdere della Compagnia e per la prima volta dopo 3 anni si intravede la possibilità di recuperare il debito pauroso in cui siamo caduti non solo per la crisi economica, ma anche per l’incapacità di chi ha gestito Meridiana Fly in questi anni. Migliorare i conti servirà solo a farci dare credito dalle banche che detengono il nostro ingente debito nella speranza che presto ci possa essere un rilancio ed una crescita. Da tempo sembra si sia smesso di fare trasporto passeggeri e la dirigenza sembra concentrarsi in operazioni finanziarie e speculazioni che poi, se non danno i risultati sperati, si cerca di tamponare con la scusa di abbassare il costo del lavoro.

Per il momento non si è ancora parlato di contratto Air Italy e la sola azione concreta vista fino ad ora è la disdetta dell’accordo che prevede di ritornare al tavolo per negoziare un futuro sostenibile anche in considerazione del futuro sviluppo del contratto nazionale di categoria. 

RSA ANPAV MERIDIANA FLY MXP

 

Scarica l’Allegato