ACCORDO del 16.5.2012: Diritti non barattabili!

Verbali di Accordo
16 Maggio 2012
Nulla arriva per caso …
19 Maggio 2012

ACCORDO del 16.5.2012: Diritti non barattabili!

In un contesto aziendale particolare, dove da una parte si continuano a firmare accordi e dall’altra sopraggiunge puntualmente il non rispetto degli stessi, nella giornata del 16 maggio le scriventi hanno messo un punto fermo a difesa dei diritti di tutti i lavoratori. Dopo un serrato confronto, precedentemente chiuso con esito negativo in sede ministeriale, siamo riusciti a raggiungere una importante intesa tra parti sindacali ed azienda. 

Nel merito l’Accordo descrive e prevede valide soluzioni per le tematiche oggetto della procedura di raffreddamento e nello specifico:

 

Base Venezia:

pur non condividendo le scelte aziendali, con grande senso di responsabilità e cercando di soddisfare al meglio le esigenze dei colleghi abbiamo convenuto che fino al mese di settembre 2012 manterranno tutti Venezia come base di servizio. Gli 11 AVR2 e 16 AV saranno turnati transitoriamente, a loro richiesta, da Roma Fiumicino o altra base, sempre su loro richiesta. Entro il mese di settembre verranno definite le modalità di attuazione dei trasferimenti con l’obbiettivo di farli rientrare sullo scalo veneto come concordato nell’accordo odierno.

AVR2 Cityliner:

 

in considerazione della situazione transitoria che non consente la copertura dei fabbisogni aziendali durante la summer 2012 attraverso l’impiego di AV Responsabili a tempo indeterminato abbiamo stabilito l’assunzione di 28 AV con qualifica di Responsabile a tempo determinato. Per tale fabbisogno l’azienda procederà ad offrire l’assunzione a tempo determinato in cityliner, con applicazione della normativa specifica, prioritariamente ai colleghi in Cigs senza che l’eventuale rinuncia possa comportare pregiudizio per eventuali nuove opportunità di lavoro in Alitalia CAI.

Trattamento di malattia:

tematica estremamente delicata e importante che rischiava di segnare, per l’ennesima volta, un duro colpo ai diritti dei lavoratori. Pur condividendo la necessità di rivedere tale istituto in occasione del rinnovo contrattuale, verranno riaccreditate le somme di denaro indebitamente addebitate agli interessati al fine di escludere penalizzazioni retributive per i casi da inidoneità, situazioni patologiche o infortuni che abbiano comportato assenze prolungate per più mesi.

 

Roma, 16 maggio 2012

RSA ANPAV