Alitalia – “Emergenza Coronavirus”: Incontro con GRUPPO ALITALIA SAI – CITYLINER in AS del 16.03.2020

Alitalia – “Emergenza Coronavirus”: Chiusura Aeroporti Nazionali / Gestione PN interessato / Modifiche e cancellazioni attività di volo / Attività di riserva
16 Marzo 2020
Blue Panorama – Assegnazione CIGS in assenza di esame congiunto (Art. 24, L. 148/15).
20 Marzo 2020

Alitalia – “Emergenza Coronavirus”: Incontro con GRUPPO ALITALIA SAI – CITYLINER in AS del 16.03.2020

È proseguito nella giornata odierna il confronto con Alitalia per affrontare e gestire le numerose criticità che quotidianamente si devono affrontare in conseguenza dell’emergenza sanitaria in atto.
Alitalia nella persona del DOV , Com.te Gori, ha aperto l’incontro con un resoconto sui principali eventi operativi e presentando un quadro riassuntivo della situazione delle attività attualmente in corso.
Al momento stiamo operando circa un centinaio di voli giornalieri con cancellazioni quotidiane che variano tra le 300 e le 350.
Si sono quasi azzerate le soste sul network di medio raggio ( al momento overnight solo su CTA e CAG ) rimangono in piedi uno, massimo due, collegamenti verso quegli aeroporti che al momento permettono ancora le nostre operazioni.
Per quanto concerne il network di lungo raggio sono confermate le interruzioni dei collegamenti con EZE e LAX, che fanno seguito alle chiusure dei collegamenti con MIA,BOS,MEX,ICN,SCL, e sono ancora in corso le valutazioni su JNB e DEL. Rimangono pertanto attivi al momento i collegamenti con GRU, GIG, NRT e JFK.
Al momento stiamo operando diversi voli soccorso per conto del governo per rimpatriare connazionali bloccati all’estero e probabilmente altri ne saranno organizzati nei prossimi giorni.
Sono confermate altresì continue modifiche nell’operativo: si continuano a gestire cancellazioni obbligate anche a poche ore dall’inizio del turno e si stanno operando quotidianamente oltre 2000 variazioni turno.
Recependo alcune delle nostre recenti richieste e segnalazioni ci è stato confermato che si sta introducendo la possibilità di utilizzare l’istituto della reserve (RES) anche per il medio raggio (sia Alitalia che Cityliner).
Per quanto concerne l’operativo della base Linate, obbligatoriamente trasferito su MXP, sono attivi all’incirca una decina di tratte giornaliere.
Per il PNC l’assegnazione della suddetta attività può riguardare sia i base Linate che quelli Malpensa.

Ci è stato confermato che sarà garantita la massima flessibilità nella gestione delle modalità di inizio servizio (Linate con navetta, presentazione diretta a MXP con accesso al parcheggio) , flessibilità che sarà possibile concordare contattando il referente aziendale di base.
In generale è stata confermata la massima disponibilità a gestire le molte esigenze che i singoli possano avere per tutto il PN, confermando la massima flessibilità. Viene rinnovato l’invito a contattare i propri referenti di settore al fine di trovare le idonee soluzioni.
Al fine di analizzare e fornire gli opportuni aggiornamenti sugli interventi in materia di sal- vaguardia della salute e della sicurezza degli equipaggi saranno programmati nei prossimi giorni incontri dedicati con gli RLS.
Da parte nostra, prendendo atto di quanto illustrato ed apprezzando soprattutto la conferma di massima disponibilità nei confronti delle esigenze che i singoli possano manifestare, abbiamo comunque rilanciato le nostre recenti richieste su cui si attendono ancora risposte e soluzioni.
• Estensione di coperture assicurative addizionali e specifiche per il personale coin- volto da contagio o comunque interessato da misure di isolamento preventivo, in linea con altre grandi Aziende e con il recente comunicato del Commissario Leogrande e del DG Zeni che hanno ribadito il loro impegno a ‘tutelare al massimo la salute di tutti i colleghi’
• precisazioni e garanzie affinché i PSR siano inequivocabilmente esclusi dal computo del comporto e da ogni decurtazione economica (es. determinazione 63H per il PN Alitalia Cityliner).
• pagamento ‘straordinario’ degli avvicendamenti LR effettuati ‘eccezionalmente’ con MG di rientro senza sosta fuori sede (servizio continuativo superiore in alcuni casi a 30 ore, in analogia con le modalità utilizzare per la crisi nucleare in Giappone il 2011
• Implementazione delle strutture aziendali di gestione operativa e procedure dedicate e codificate per il contatto e le richieste e/o necessità eventualmente necessarie a seguito di variazioni turno.
La riunione è stata quindi aggiornata con possibile nuovo appuntamento per mercoledì in attesa anche di valutare gli impatti del decreto governativo in uscita in queste ore.
Sarà nostra cura tenervi prontamente informati.
ANPAC – ANPAV – ANP

20200316AZSAICYLFNTAResocontoIncontroCoronaCrisi3.pdf