Comunicato Stampa FAN

Comunicato Stampa Presidente ANPAV Ancora titubanze sul destino dell’Alitalia
14 Dicembre 2007
AIR ALPS – Contratto subito!
19 Dicembre 2007

Comunicato Stampa FAN

ALITALIA: ANPAC, ANPAV ed AVIA (Federazione Associazioni Naviganti), non accetteremo passivamente la logica di chi pensa di imporre soluzioni  e di mettere sotto ricatto il Governo con le grida e le minacce di azioni illegali. A difesa del proprio posto di lavoro e del futuro della propria azienda Piloti ed Assistenti di Volo di Alitalia reagiranno duramente contro ogni tentativo di imposizione di soluzioni industrialmente non sostenibili.

 

L’ANPAC, l’ANPAV e l’AVIA (riunite nella FAN – Federazione Associazioni Naviganti) in rappresentanza dei Piloti e degli Assistenti di Volo del Gruppo Alitalia, in relazione ai lanci di agenzia riportanti sorprendenti dichiarazioni fatte oggi dal sindacato confederale durante una conferenza stampa, stigmatizzano le minacciate azioni provocatorie tese a generare ingiustificati ritardi nelle decisioni in ordine alla procedura di privatizzazione della Compagnia di Bandiera o tese ad imporre al Governo ed al Consiglio di Amministrazione di Alitalia decisioni di compromesso industrialmente non sostenibili.

 

In queste ore è in gioco il futuro di Alitalia che non può prescindere da scelte coraggiose e tempestive, supportate da una rigorosa analisi tecnica dei Piani Industriali presentati, nell’esclusivo interesse dell’azienda e del Paese. Ogni altra considerazione basata su improprie pressioni politiche o sindacali non può avere seguito se non a spese dei lavoratori e compromettendo definitivamente ogni possibilità di risanamento e rilancio di Alitalia.

 

I Piloti e gli Assistenti di Volo di ANPAC, ANPAV ed AVIA esortano la Presidenza del Consiglio, i Ministri e le Istituzioni competenti a non indirizzare i vertici di Alitalia  verso scelte industrialmente non sostenibili  sulla base di un’inaccettabile pressione politico-sindacale.

 

Per troppi anni Alitalia è stata terreno di conquista della politica ed i suoi dipendenti hanno dovuto per questo motivo sopportare  sacrifici enormi; siamo ora ad un passo dal risanamento definitivo che può avvenire sfruttando l’opportunità che ci è data di entrare a far parte stabilmente della più grande alleanza di vettori europea, offrendo ai cittadini italiani l’accesso privilegiato ad una rete di collegamenti di livello globale. La scelta giusta oggi consentirebbe una serenità e delle prospettive finora impensate ad Alitalia.

 

ANPAC, ANPAV ed AVIA non resteranno inerti davanti all’ennesimo tentativo di sfascio che rischia di vanificare il virtuoso percorso sin qui portato avanti con tenacia dal vertice di Alitalia.

 

Roma, 14 dicembre 2007

 

ANPAC

 

ANPAV

 

AVIA