COMUNICATO UNITARIO

PAGAMENTO FONDO GIUGNO ’10 COSA FARE SE NON HAI RICEVUTO COMUNICAZIONE POSTALE
28 Giugno 2010
Corte Europea: Italia discrimina il Part-Time ciclico verticale ATTENZIONE COLLEGHI PART-TIME
5 Luglio 2010

COMUNICATO UNITARIO

Con i fatti consumatisi ieri (1 luglio) al Ministero dei Trasporti Filt- Cgil si è definitivamente tolta la maschera.
 
Non ha firmato il contratto del 31 marzo 2009, dopo averlo concordato al 100% con UILT e Anpav, perché più comodo e per timore di perdere iscritti. Poi avvia il ricorso art. 28 per imporre all’azienda l’applicazione del contratto scaduto nel 2008, annunciando di spaccare le reni all’azienda, all’ AD a UILT e Anpav e a tutti coloro che avrebbero ostacolato tale azione.
 
 
E’ passato un anno e mezzo dall’avvio del procedimento legale della Cgil e, attraverso continui rinvii, hanno fatto scivolare nel dimenticatoio il ricorso. Dell’ art. 28 di Cgil non se ne sa più niente, non ne parlano più, neanche a quei colleghi ai quali hanno estorto la delega a sostegno del ricorso. Di vero è che non c’è mai stata la volontà di portarlo a conclusione.
 
Poi da mesi Cgil è sparita dalla circolazione. Spariti i suoi rappresentanti, sparite le comunicazioni, SPARITO IL CONFRONTO DIRETTO CON LA BASE: LE ASSEMBLEE, che Uiltrasporti e Anpav hanno continuamente organizzato e stanno ulteriormente programmando. A breve saprete le date.
 
Ieri a Roma Uiltrasporti e Anpav dopo una giornata di serrato confronto con l’azienda hanno chiuso negativamente la procedura di raffreddamento che per primi hanno attivato e che ci ha portati alla dichiarazione di sciopero. Lo stesso è accaduto per l’USB, che l’azienda non ha voluto neanche incontrare. I motivi: assenza totale di risposte alle questioni che da troppi mesi solleviamo, non più sostenibili dalla categoria.
 
E la nostra amarezza sta proprio in questo: raccogliendo le richieste dei colleghi intravedevamo l’opportunità di poter mettere in atto – finalmente – un’azione UNITARIA, riuscendo cosi a ricompattare il fronte sindacale agli occhi dell’azienda, tanto richiesta a gran voce da TUTTA la categoria. Ne avevamo l’occasione !!!
 
Ciò non sarà. Con la disponibilità data all’azienda Cgil mantiene irresponsabilmente aperta la spaccatura tra le sigle, proprio quando serve mandare un messaggio forte e deciso al nuovo AD dalla nostra categoria, visto che stanno decidendo del nostro futuro. L’AD presenterà il suo piano industriale entro ottobre, piano in cui si profila l’ennesimo bagno di sangue per gli AAVV (sempre gli stessi, sempre noi).
 
Ci facciamo sentire a ottobre, a piano industriale sviluppato e approvato dal CDA???
Sarà tardi, cari colleghi, e le nostre sorti saranno già segnate.
 
E non sono veri i motivi addotti dalla Cgil attraverso l’approssimativo volantino celermente partorito all’uopo … per giustificare la malefatta.
 
Dicono :- Nostro intento e’ quello di creare entro il 20 luglio un accordo che migliori sensibilmente la vita lavorativa degli assistenti di volo Meridianafly – a tal fine si dovrebbero incontrare ripetutamente con l’azienda fino al 20 luglio: falso!!!
 
L’azienda dà invece il 20 come unica data di disponibilità, come dichiarato a noi a Roma – questo è stato uno dei motivi della nostra decisione – e , da noi ulteriormente interpellata in proposito, riconfermato oggi stesso.
 
Parlano di trattative per un nuovo contratto che vogliono appiopparci: falso o sanno qualcosa che a noi – comuni mortali – non è dato sapere.
 
L’azienda ha dichiarato a noi che non ha alcuna intenzione e interesse a parlare di ciò non conoscendo i contenuti del Piano Industriale futuro, però intanto si parla di … CAI meno 10%.
Dopo che l’azienda straccia il contratto Meridiana per imporci quello Eurofly, moltiplicando i sacrifici degli AAVV;
Dopo che ciò sta comportando caos nell’impiego degli assistenti di volo, con l’azienda che, in assenza di riferimenti normativi precisi … fa come gli pare;
Dopo che le retribuzioni dei “SOLI” Assistenti di Volo sono state tagliate dell’ordine medio del 30 %;
Dopo che la flessibilità di impiego degli Assistenti di Volo è prossima al 100%;
Dopo che l’Azienda comunica che si riprenderà a settembre dalla busta paga parte della 14°;
Dopo che stanno continuando a partorire turni di impiego nella più assoluta sperequazione, sia tra basi che tra assistenti di volo;
Dopo che perpetua l’elusione della questione del contenzioso legato alle anzianità e assunzioni;
e ancora : buste paga errate e con mancate spettanze, assenza di una lista di anzianità unica, benefits piallati …
c’è qualcuno che ritiene di poter aspettare e consente all’azienda di passare l’estate sotto l’ombrellone… sulla sdraio…al mare … a Cala Sassari.
 
RRSSAA 
CISL    UILT    ANPAV                 
Assistenti di Volo
Meridianafly