INCONTRO SU TEMATICHE PNC

DETASSAZIONE 2011 – CONGUAGLI FISCALI
24 Dicembre 2011
OPPORTUNISMO E INCOERENZA NELLA SCELTA SINDACALE DI ALCUNI EX RAPPRESENTANTI ANPAV
29 Dicembre 2011

INCONTRO SU TEMATICHE PNC

 Scarica il Volantino

 

In data 22 dicembre 2011 l’Associazione incontrava l’Azienda per la discussione delle tematiche di seguito elencate:

·                     Congedi Parentali

·                     Base Milano

·                     Formazione a distanza

·                     Check in linea

·                     Attività charter, Alberghi

·                     Nuove basi

·                     Parcheggi

In merito al primo punto, Alitalia CAI persevera nell’abbinare (“in continuità” con le vecchie Aziende Gruppo Alitalia) il meccanismo  del riproporzionamento/assorbimento dei riposi nei mesi in cui si gode del congedo alla decurtazione dello stipendio in rapporto alle giornate di “non  lavoro”, generando, di fatto, una “doppia” perdita. 

Dopo l’interpello sul tema, datato 2007, (“Assorbimento di riposi mensili in presenza di giornate di congedo parentale”), inoltrato al Ministero del Lavoro e della Previdenza  Sociale – Direzione Generale per l’Attività Ispettiva – abbiamo ottenuto parere favorevole alla nostra istanza sindacale.

Data la sostanziale chiusura aziendale sul tema (registrata anche in occasione dell’incontro odierno), invitiamo tutti coloro i quali usufruiscono o hanno usufruito di congedi parentali a partire dal 13 gennaio 2009 a contattare i delegati sindacali dell’Associazione per la firma della modulistica necessaria per l’avvio dello specifico iter presso le Direzioni Provinciali del Lavoro di competenza, per sostanziare le successive procedure a tutela dei lavoratori.

Al riprorzionamento (come se non bastasse…), si aggiunge la “fantasiosa” trasformazione in Congedo dei periodi ricompresi fra differenti periodi di Congedo Parentale, se non riconducibili ad attività lavorativa. Tale impostazione è più unica che rara…

La posizione aziendale sulla materia complessiva delle TUTELE continua a percorrere strade sempre più discutibili: necessario ed irrimandabile un cambio direzione.

Relativamente alla problematica inerente la base di servizio "Aeroporti di Milano" assegnata al PNC, l’Azienda persevera in un’interpretazione difforme dalle normative vigenti. 

Comunicavamo all’Azienda, in data 3 marzo 2009 risposta ENAC del 26 febbraio 2009 (prot. 0013048 CIN/DIRGEN), con riferimento alla nota ANPAV del 5 febbraio 2009 con la quale venivano richiesti chiarimenti in merito alla corretta interpretazione, da parte di alcuni operatori nazionali, della definizione di "Base di Servizio". 

A seguito di specifico chiarimento ENAC, richiedevamo pertanto una ottemperanza aziendale alle disposizioni EU OPS (di cui al Regolamento Europeo (CE) n.8/2998 del 11 dicembre 2007), capo Q art. 1.1090 comma 3.1 che prevedono che l’Operatore comunichi al singolo membro di equipaggio una "Base di Servizio”. 

Conseguentemente invitavamo ENAC, in quanto Ente preposto all’osservanza delle normative vigenti nel Trasporto Aereo italiano, ad intervenire presso il vettore per l’osservanza delle disposizioni all’uopo operanti.

Senza alcun esito. Ulteriori azioni e iniziative verranno promosse.

Circa la tematica FAD (Formazione a Distanza), l’Azienda ci comunicava che l’attività obbligatoria richiesta per l’Anno 2011 (3.15 h) rientrava ampiamente nel plafond previsto contrattualmente (20 h).

Tenevamo a precisare che la distinzione fra obbligatorio e facoltativo è fuorviante e non rispettosa dell’ “intelligenza della Categoriale”: qualora un’iniziativa fosse assolutamente facoltativa, nessuno dovrebbe diffondere che: “sì, si può non farla, ma facendola… sai, un domani…”.

Auspichiamo maggior chiarezza per il futuro, registrando, ad onor del vero, il fatto che, anche se l’attività definita come facoltativa fosse stata considerata come obbligatoria saremmo rientrati nei parametri. Segnalavamo, tuttavia, le persistenti criticità a poter fruire della connessione gratuita wi-fi negli Hotels, oltre che per migliorare gli standards di soggiorno, anche al fine di poter avere le possibilità di svolgere le attività e-learning.

L’Azienda, sul tema ed in risposta al Punto 7, ci comunicava che, a seguito di un recente accordo commerciale stipulato con la catena alberghiera NH HOTELS, in Italia continuerà/sarà previsto l’alloggio del PN in sosta presso le strutture NH di Torino, Firenze, Genova, Bergamo e Napoli. In territorio internazionale, rimarrà l’utilizzo della prima citata catena a Madrid, mentre non sono previsti cambi “dedicati” presso le attuali destinazioni intercontinentali servite, almeno nel breve periodo.

In sede di discussione/rinegoziazione dei contratti verrà proposto l’inclusione del sevizio wi-fi. Avanzavamo una considerazione all’Azienda: se la richiesta avverrà ad invarianza di costo, riteniamo di conoscer già la risposta delle strutture…

Sulla tematica Check in Linea, ci “limitavamo” a ribadire che lo stesso non può avere finalità diverse dal “Commerciale”, ribadendo  che eventuali  iniziative professionalizzanti a sostegno e sviluppo professionale del PNC  sono, in linea di massima, sempre ben accette e da perseguire “a sistema”.

La recente introduzione nel network di Attività Charter, a parte qualche segnale di gradimento essenzialmente da ricondurre ad elementi di novità, ha, in un contesto di avvio “volutamente in sordina”, generato i primi sacrosanti mal di pancia.

Uno su tutti? Il vedersi chiedere 75 USD al giorno per il soggiorno dell’accompagnatore per la sosta di Natale…

Vi invitiamo a prendere visione delle FACILITIES delle varie Strutture alberghiere sulla “Intranet Aziendale” nella sezione dedicata.

Unitamente a ciò riteniamo discutibili (lo abbiamo sottolineato con forza) le condizioni/modalità dell’iniziativa Biglietti Familiari al seguito Voli Charter, in quanto, a nostro avviso, non in linea con la più generale policy  Facilitazioni di Viaggio annuali per i Dipendenti.

A proposito di NUOVE BASI, la comunicazione aziendale alle OO.SS. avveniva attraverso… un comunicato stampa dell’A.D. che annunciava che dal prossimo 4 maggio Air One renderà operativa a Venezia. Verranno posizionati sul Marco Polo due Airbus A320.

L’Azienda, nel confermare l’intenzione, già in atto, di ridisegnare la localizzazione/distribuzione geografica dei diversi Brands (ne è prova ulteriore una corposa migrazione di PNC dal MR al LR) non forniva riscontro alle ns. richieste di chiarimento circa la modalità di reperimento CREW per le due macchine succitate. 

Circa il tema “Parcheggi Basi Periferiche”, c’è stato l’ennesimo rinvio, attribuibile ad un’unica sigla sindacale. Ribadiamo che bisogna individuare, abbandonando posizioni “ideologiche” (che stanno solo determinando, da oltre un anno, la non trattazione della tematica), una soluzione definitiva a partire dalla logica che almeno un parcheggio debba essere a carico aziendale (ipotizzando, magari, un contributo solidale per far fronte al costo, già sostenuto, dei parcheggi sulle Basi Periferiche).

 

Rimaniamo a disposizione per ulteriori informazioni.

  

Roma, 22 dicembre 2011

 

RSA ANPAV