Intesa Preliminare Allegato al Verbale di Accordo – Contratto di Solidarietà

Controproposta
17 Marzo 2009
CCL PNC
23 Marzo 2009

Intesa Preliminare Allegato al Verbale di Accordo – Contratto di Solidarietà

INTESA PRELIMINARE
ALLEGATO AL VERBALE DI ACCORDO CdS
Oggi 16/03/2009
 
Tra 
LIVINGSTON in persona dell’ing. Giancarlo Celani
e
Le OOSS e AAPP nello specifico
FILT CGIL in persona dei sigg.ri: Oder Procacciante, Gianni Platania, Luigi Argiolas, Danilo Baratti 
ANPAV in persona dei sigg.ri Massimo Muccioli Claudio Bonito
RSA FILT CGIL AV sig.ra Manuela Frangini
RSA ANPAV sig.ra Monica Anselmi
 
 
 
                                                        PREMESSO CHE
 
ü       Le parti hanno convenuto quanto segue in merito alle modalità applicative del contratto di solidarietà per il personale di Livingston Spa per il ricorso ai giorni/ore medie pro capite annui di riduzione dell’orario di lavoro avuto riguardo ai singoli comparti;
ü       Le parti hanno sottoscritto il CCL del personale navigante di cabina;
 
 
SI CONVIENE E PATTUISCE
 
ü       la premessa costituisce parte integrante del presente accordo;
ü       le modalità applicative del CdS del Personale navigante di cabina saranno quelle di seguito indicate:
o       la riduzione di orario relativa al contratto di solidarietà interesserà tutte le qualifiche degli assistenti di volo (Capo Cabina, Responsabile, A/V Senior, A/V) anche con rapporto a tempo determinato;
o       avuto riguardo alle esigenze di flessibilità connesse alla particolare attività interessata da variabilità operativa stagionale, le parti confermano la possibilità di procedere, nel periodo di solidarietà, ad assunzioni secondo le prassi e le regole contrattuali vigenti;
o       le parti concordano che nell’arco di operatività del CdS (1° aprile 2009 – 31 marzo 2011) i dipendenti interessati utilizzeranno 72 giorni medi annui di solidarietà pro capite;
o       fatte salve le esigenze organizzative l’individuazione delle giornate, per la programmazione nel turno mensile con possibilità di cumulo delle stesse, potrà avvenire anche a richiesta dell’interessato.
o       per ogni giornata di assenza dal lavoro per il CdS l’azienda non erogherà il corrispondente trattamento economico (1/20 della retribuzione mensile lorda contrattualmente prevista);
o       l’azienda anticiperà con le competenze di ciascun periodo di paga in cui avviene la trattenuta, il contributo previsto dalle norme vigenti: L. 236/1993 integrata dalla L. 291/2004 che prevede il sostegno al reddito da parte del Fondo Speciale, ex art. 1-ter , estendendo alla misura dell’80% il trattamento a favore del lavoratore, finalizzato al riassorbimento degli esuberi dichiarati dall’azienda;
o       relativamente a ciascuna giornata di solidarietà verrà, inoltre, accantonato il rateo del TFR di competenza. L’astensione dal lavoro per solidarietà non avrà riflessi e conseguenze sulla maturazione delle mensilità 13° e 14°.
o       l’azienda, in relazione al sacrificio e disagio derivante dall’applicazione del CdS, rinuncia alla propria quota di contribuzione a favore dei lavoratori;
o       nel periodo dal 1° aprile 2009 al 31 marzo 2011 viene sospesa la validità dell’art. 31 titolo “riposi” per quanto attiene il luogo di godimento degli stessi ferme restando le altre clausole del medesimo articolo 31, tale deroga non costituisce in alcun modo precedente e decadrà automaticamente al termine del periodo previsto di CdS;
o       i giorni di riposo assegnati in relazione alla deroga sopra indicata, non saranno inferiori a quelli di solidarietà assegnata, in tali giorni verranno corrisposti i normali emolumenti;
o       le giornate di riduzione dell’attività potranno essere programmate nel turno mensile o assegnate in fase operativa in sostituzione di giornate di riserva non attivate, l’assegnazione delle giornate di solidarietà avverrà con criteri di equità e perequazione;
o       per quanto attiene i giorni di solidarietà troverà applicazione quanto disposto dall’art. 36 del CCL in tema di riproporzionamento del minimo volato garantito;
o       al fine di garantire la massima trasparenza sulle modalità applicative, viene costituito un apposito “comitato di monitoraggio” al quale parteciperanno i rappresentanti sindacali della categoria, il comitato si riunirà a cadenza trimestrale e/o a richiesta. Il comitato avrà la responsabilità di verificare la corrispondenza degli interventi alle finalità degli obbiettivi di contenimento di costo adottati. Il comitato sarà composto da un rappresentante per ciascuna delle oo.ss. ed aa.pp. e dai rappresentanti di nomina aziendale. Verranno messi a disposizione in tale sede dati ed informazioni a riguardo.
 
 
 
Letto approvato e sottoscritto
 
 
LIVINGSTON 
 
 
FILT CGIL
 
 
 
ANPAV