L’ACCORDO DEL 20 LUGLIO E I SOLITI OPPORTUNISTI DISSENZIENTI