Lettera ANPAV

Intervista AGI a Massimo Muccioli di Ilaria Conti
20 Settembre 2008
COMUNICATO ALLA CATEGORIA
22 Settembre 2008

Lettera ANPAV

LETTERA ANPAV
Che ci fosse qualche sigla che vive nella speranza di strumentalizzare non è certo una novità.
Tra l’altro siamo convinti che è solo un modo un po’ bizzarro per non ammettere il tremendo errore che è stato compiuto mesi fa quando fu impedito l’accordo con Air France (ma sono gli stessi che ci chiamavano “ …vassalli del re di Francia ?”)
E il problema è proprio questo. in quella situazione furono gettate le basi delle future disgrazie della nostra compagnia,lì fu commesso un tragico errore.
Comunque ci preme risottolineare che, come tra l’altro è stato ribadito al tg1 direttamente dal presidente Muccioli, non solo non è stato firmato niente ( ci mancherebbe, e poi con chi ?) ma è sta ribadita la posizione che qualora si aprisse qualsiasi trattativa essa non potrà basarsi sulle proposte della C AI ma su un contratto che garantisca gli attuali livelli retributivi ed assicuri una normativa in linea con le compagnie europee.
Quindi, nessuna rottura di nessun fronte (ma i piloti sono  e saranno del nostro stesso fronte ?), anche se c’è già un lancio d’agenzia che riporta che una Associazione di Categoria ha dichiarato : Pronti a trattare, ma alle nostre condizioni …)
E questo è esattamente quello che è stato rappresentato dal presidente Muccioli.
Con sconcerto ci accorgiamo che, ad arte, è iniziata un’altra battaglia, quella delle anzianità ,come se nella mente di qualcuno ci fosse la fallace idea che in una situazione come questa ci saranno perdenti o vincenti.
Noi siamo drammaticamente convinti che da questa situazione nessuno uscirà vincente. Siamo alle prese con una crisi industriale senza precedenti, consapevoli di ciò che ci aspetta ; responsabilmente cerchiamo di agire nel miglior modo possibile. ci fa orrore constatare che ci sia qualcuno che crede di andare avanti solo a suon di slogan …
Roma, 21 settembre 2008
 
ANPAV