Manifestazione ETF a Roma e MIlano il 5 ottobre

Verbale accordo
24 Luglio 2009
Diffida su tematica contrattuale “Riposi movibili”
28 Luglio 2009

Manifestazione ETF a Roma e MIlano il 5 ottobre

 

IL 5 0TTOBRE MANIFESTAZIONE ETF PER MIGLIORARE I LIMITI DI IMPIEGO E LE CONDIZIONI DI LAVORO DEI PILOTI E DEGLI ASSISTENTI DI VOLO EUROPEI 

Il 5 ottobre 2009 ETF (European Transport Federation) ed ECA (European Cockpit Association) hanno deciso di promuovere una serie di manifestazioni nei vari paesi delle organizzazioni sindacali aderenti, al fine di sollecitare e sensibilizzare la Commissione Trasporti Europea sulle tematiche relative ai tempi di volo e di servizio degli naviganti europei.
 
L’obiettivo è quello di far recepire a questo organismo le indicazioni fornite dall’autorevole studio scientifico “Moebus Study”, sulla necessità di operare miglioramenti ai limiti di volo, per garantire la tutela della salute e dell’efficienza psico-fisico del personale navigante.
 
Occorre agire in modo rapido e risoluto, per impedire che la condizione di miglior favore rispetto alle regole europee, ancora vigente in molti paesi dove la normativa di riferimento è frutto di negoziazioni e di compatibilità con le specifiche realtà nazionali, venga cancellata per uniformare il tutto sotto le future regole delle EASA FTL.
 
Non è possibile permettere che le future regole di impiego siano dettate esclusivamente dalle esigenze operative dei vettori, senza alcuna attenzione alla compatibilità con le raccomandazioni medico-scientifiche in materia di fatica operazionale e di efficienza psico-fisica degli equipaggi.
 
Il vero pericolo è che la lobby delle compagnie aeree, usando a pretesto la situazione di crisi generale del settore ed approfittando delle titubanze degli organismi europei, possa imporre le proprie condizioni.
 
Auspichiamo quindi che questa importante iniziativa, che in Italia si svolgerà negli aeroporti di Roma Fiumicino, Milano Linate e Malpensa, Napoli, Venezia e Torino, veda un’ampia partecipazione di Piloti ed Assistenti di Volo, per far sentir forte la voce di chi opera sugli aeromobili ed intende impegnarsi personalmente per tutelare la propria salute e pretendere adeguate condizioni di impiego, elementi indispensabili per garantire ottimali livelli di sicurezza nelle operazioni di volo.
 
In tale occasione provvederemo alla pubblica distribuzione, sia nei più importanti aeroporti continentali, che presso la sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, di materiale esplicativo sui temi in discussione.
 
Nei mesi precedenti il Comitato Organizzativo dell’ ETF aveva presentato un dettagliato documento in 18 punti di modifica dell’attuale normativa FTL, recependo le indicazioni dei più recenti studi medico-scientifici in materia. CISL e ANPAV saranno continuamente in prima linea per promuovere l’accoglimento di queste indicazioni.
 
Non possiamo abbassare la guardia, anche perché il modello di certificazione degli Assistenti di Volo vigente in Italia è attualmente il più tutelante e dovrà diventare un parametro di riferimento sia per quei paesi che prevedono, seppur parzialmente, la certificazione, sia per quelli, e sono ancora tanti, dove non questo non è contemplato.
 
La giornata di mobilitazione del 5 ottobre sancisce l’inizio di un difficile percorso che dovrà vedere il nostro impegno tenace per ottenere l’affermazione del diritto alla salute e ad eque condizioni di lavoro del Personale Navigante, nell’interesse primario di garantire la sicurezza del trasporto aereo europeo.
 
Roma, 7 settembre 2009            
 
FIT CISL
 
ANPAV