Anpav Informa: ‘CHIUSURA AEROPORTO DI LINATE ’

I veri problemi di ALITALIA CITYLINER
14 Aprile 2019
Anpav Informa: I RECENTI SFORZI DI Air Italy? DAL NUOVO GUSTO DI GELATO AL COMICO Pam Ann CHE FA IL VERSO ALLE HOSTESS…!
8 Maggio 2019

Anpav Informa: ‘CHIUSURA AEROPORTO DI LINATE ’

• Report Incontro del 7 maggio 2019

In data 7 maggio u.s. si è svolto il previsto incontro atto ad analizzare le problematiche che genereranno per la chiusura dell’aeroporto di Milano Linate e il conseguente spostamento delle attività presso l’Aeroporto di Malpensa ( 27 luglio 2019 – 27 ottobre 2019).

Alitalia, in apertura di incontro, ha comunicato alle rappresentanze sindacali che la chiusura di Lina- te comporta il trasferimento temporaneo delle risorse presso Malpensa.

L’Azienda, consapevole del fatto che lo spostamento è un oggettivo disagio, ha provato ad articolare genericamente alcune proposte con l’obiettivo di mitigare tali disagi: non sono però ancora emersi valori di possibile indennizzo economico (erogabili in forma classica e/o attraverso sistemi di Welfare, che possono generare vantaggi per effetto di ridotta o nulla tassazione applicata) e per quanto riguarda le auspicabili soluzioni logistiche, sembra già evidente che il sistema di trasporti previsto da SEA per i propri dipendenti, anche se utilizzabile, non può essere considerato risolutivo per i Naviganti.

A specifico quesito circa i volumi di attività che verranno operati da MXP per il periodo suindicato, ALITALIA ha confermato che l’attività svolta abitualmente su Linate verrà tutta ‘spostata’ e si ag- giungerà all’attività già prevista su Malpensa.
In costanza del fatto che le giornate di linea da effettuare rimarrebbero invariate, l’attività comples- sivamente intesa , a nostro avviso, ha necessità di diversa organizzazione / ottimizzazione.

Rimane evidente che gli attuali clusters di impiego scelti dal PN per le più disparate esigenze non sono traslabili ad altra base (es. voli in giornata richiesti o imposti, come nel caso dell’operativo CITYLINER) e vanno considerate senza alcun dubbio quelle fasce di categoria, economicamente più deboli, alle quali il disagio genera sicuramente maggior impatto.

Nel ribadire che l’analisi della situazione dovrà proseguire a partire dai riferimenti in materia presenti nel dettato contrattuale vigente, abbiamo richiesto uno sforzo concreto nel tentativo di indi- viduare un’intesa sostenibile sulla materia.

La riunione é stata aggiornata a lunedì 20 maggio, alle ore 10: Alitalia si è impegnata a fornire risposte precise ed esaustive rispetto alle azioni che intende porre in essere.

Rimaniamo a disposizione per ulteriori informazioni.

Roma, 9 maggio 2019

RRSSAA PN ANPAC – ANPAV GRUPPO ALITALIA SAI – CITYLINER IN AS